top of page

I benefici del welfare aziendale

La situazione emergenziale ha portato negli ultimi anni a numerosi cambiamenti nel mondo del lavoro e nelle abitudini delle persone. Allo stesso tempo abbiamo assistito a un aumento esponenziale del costo della vita. In questo contesto il welfare aziendale ha saputo offrire un aiuto concreto alle famiglie, alle aziende e al territorio, supportando anche le risorse umane nella valorizzazione delle proprie risorse. Sempre più aziende, infatti, decidono di investire sulle persone, adottando politiche di welfare aziendale per migliorare il benessere dei propri collaboratori e la produttività dell’azienda stessa.


QUADRO NORMATIVO

Lo stesso governo negli ultimi anni ha introdotto diverse misure che hanno confermato l’importanza del welfare, basti pensare al Decreto Aiuti Quater che ha esteso per il 2022 il limite esentasse dei Fringe Benefit a 3000 euro, misura che ha seguito un primo innalzamento a 600 euro (Decreto Aiuti Bis). Si tratta di una misura coerente con l’eccezionalità del momento per fronteggiare il carovita, ma difficilmente sostenibile nel lungo periodo. Ci auguriamo infatti che si stabilizzi a livello normativo il ruolo dei fringe benefit all’interno di un più ampio discorso riguardante il welfare aziendale a 360°.


Alla scadenza del periodo indicato dal decreto, la soglia esentasse dei fringe benefit è tornata infatti ai livelli pre-covid19 di 258,23 euro. È stato invece confermato il bonus benzina da 200 euro che le aziende possono erogare a ciascun dipendente, introdotto dal Decreto Ucraina nel 2022, e ribadito per il 2023 all’interno del Decreto sulla trasparenza dei prezzi dei carburanti.


Crediamo sia importante che i futuri interventi considerino il settore in maniera integrata, comprendendo tutti gli strumenti del welfare aziendale che, se utilizzati in maniera sinergica all’interno di piani strutturati, sono in grado di svolgere un ruolo sociale ancora più efficace del singolo strumento.


IMPORTANZA DELLA PRESENZA DI BENEFIT NELLE AZIENDE

Gli strumenti di welfare influiscono sul benessere delle persone in maniera talmente sostanziale da essere un vero driver di scelta, soprattutto nelle nuove generazioni.

Dall’Osservatorio Welfare 2022 di Edenred (dati 2021) emerge come il welfare sia sempre più uno strumento in grado di attrarre i talenti: la prospettiva di un contesto lavorativo fondato sul concetto di benessere è tra i fattori importanti di attrazione verso i giovani talenti, dal nostro osservatorio è emerso come l’offerta di benefit nella scelta dell’azienda abbia peso per oltre il 50% dei rispondenti.


I BENEFIT: BUONO PASTO E WELFARE

Il buono pasto è il primo strumento di welfare: risponde al bisogno primario per eccellenza, il cibo, adattandosi alle nuove abitudini di consumo delle persone.


Ha ricadute positive su tutta l’azienda: incrementa il potere d’acquisto, la qualità della vita e la soddisfazione dei dipendenti, migliora il clima aziendale e aumenta il senso di appartenenza nei confronti dell’azienda. Scegliere i buoni pasto significa fare una scelta sostenibile.

Secondo una ricerca Doxa (2022), i buoni pasto sono utilizzati da oltre 7 persone su 10.


Per welfare si intende l’insieme di iniziative, beni e servizi che l’azienda può mettere a disposizione dei propri dipendenti, per aumentare il loro benessere e favorire la conciliazione tra vita privata e professionale. Il welfare aziendale si è sviluppato in modo dirompente negli ultimi anni ed è uno strumento di grande valore che riguarda il terreno dei bisogni sociali, dandovi risposte concrete attraverso un ampio paniere di beni, servizi e prestazioni che migliorano sensibilmente la conciliazione tra il lavoro e la vita privata, il benessere dei dipendenti e la produttività aziendale.


Negli ultimi due anni, caratterizzati da un contesto socioeconomico incerto e reso difficile dall’emergenza sanitaria, i Fringe Benefit hanno rappresentato un supporto concreto per le aziende e una sicurezza per moltissime famiglie, favorendo un nuovo equilibrio tra vita privata e lavorativa.


Crediamo siamo importante continuare a diffondere la cultura del welfare aziendale per fare comprendere tutti i benefici che questo strumento può portare alle aziende, alle persone, ma anche al territorio.






9 visualizzazioni
bottom of page