Benessere e Lavoro sono correlati

II malessere psicofisico condiziona in maniera negativa il nostro lavoro

Il Global Wellness Institute, ha analizzato l’impatto del malessere fisico o mentale sulla qualità della vita lavorativa delle persone, scoprendo che il 62% dei lavoratori che si trovano in uno stato di scarso benessere, sentono ridotta notevolmente la propria capacità di completare le attività assegnate, si sentono meno coinvolti nella vita aziendale e risultano dunque meno motivati a svolgere al meglio il proprio lavoro. Il malessere psicofisico genera quindi un circolo vizioso che determina scarsa motivazione, disimpegno, stress e insicurezza. Questo non può che ripercuotersi negativamente sulla quantità e sulla qualità del lavoro. Occorre aggiungere che i trend che caratterizzano i nuovi contesti lavorativi non aiutano: i lavori sono sempre più sedentari e trascorriamo seduti la maggior parte della nostra giornata lavorativa, inoltre la trascorriamo seduti davanti a schermi che sforzano e consumano la nostra vista. Inoltre se è vero che la tecnologia da un lato ci consente di lavorare quando vogliamo, da dove vogliamo, dandoci libertà, autonomia e flessibilità, dall’altro lato la tecnologia stessa diventa onnipresente e pervasiva fino ad eliminare qualsiasi barriera tra vita lavorativa e vita privata. L’essere sempre connessi comporta quindi stress e rende difficile staccare, recuperare le proprie energie e quindi esprimere al meglio le proprie capacità e il proprio potenziale. Ma non è tutto, la rivoluzione tecnologica in corso, gioca un altro ruolo importante nella questione: i lavori ripetitivi sono e saranno sempre più di competenza di macchine e software. McKinsey ha stimato che il 70% dei posti di lavoro creati negli Stati Uniti tra il 1997 e il 2015, necessitano di un’elevata capacità decisionale e si basano su conoscenze specifiche e avanzate. Il mondo del lavoro richiede quindi sempre maggiore creatività, capacità di apprendimento e lucidità per affrontare un contesto in co- stante e sempre più rapido cambiamento, dove i lavori a basso valore aggiunto verranno sempre più delegati alla macchine. Il benessere psicofisico delle persone gioca quindi un ruolo fondamentale per il successo delle aziende. Quando ci sentiamo bene, riposati, e carichi di energia, infatti, diventa più facile completare il nostro lavoro con determinazione, lucidità e creatività. Se il malessere genera un circolo vizioso, è quindi altrettanto vero che il benessere genera un circo- lo virtuoso.


Investire sul benessere psicofisi- co dei propri collaboratori e sulla creazione di ambiente che pro- muova attivamente uno stile di vita attivo è quindi indispensabile per migliorare la qualità della vita e quindi del lavoro delle persone e delle aziende. Per questi motivi abbiamo progettato e realizzato i nostri servizi di Corporate Wellness “ShapeMe@ Work”, già scelti da aziende come Chiesi Farmaceutici, Ebay, Paypal e Mercedes Benz Italia, per citar- ne alcuni. Il nostro obiettivo è aiutare le aziende a migliorare i propri risultati, migliorando la qualità della vita della loro risorsa più preziosa: le persone! Lo facciamo realizzando program- mi personalizzati che forniscono alle persone nozioni e strumenti per migliorare il proprio stile di vita, grazie alle attività di Educational e di Checkup, fornendo massaggi decontratturanti su sedia che donano relax ed energia a chi li riceve, attivando classi di group training per stimolare uno stile di vita attivo e in movimento. Oltre a definire un palinsesto di attività e ad occuparci dell’erogazione dei servizi supportiamo le aziende nelle attività di comunicazione interna con grafiche e contenuti realizzati ad hoc, volti a stimolare la partecipazione alle iniziative, e supportiamo i nostri clienti nella gestione dei calendari e delle prenotazioni, fornendo un apposito calendario web.

3 visualizzazioni